domenica 11 marzo 2018

la Rivoluzione italiana del marzo 2018? Già finita...Ora 1 porta 1 (un'altro)

(11 Marzo 2018) Bene, abbiamo votato. Abbiamo dato sfogo alla pressione arteriosa che era andata aumentando (insieme alla produzione di bile) che il nostro organismo aveva prodotto per tre lunghi governi mai eletti. Finalmente l'abbiamo fatta e l'abbiamo fatta tutta, fino in fondo! Ma ora, come siamo messi? come stiamo? Da otto giorni i due gatti scelti per il combattimento finale, stanno sdraiati sul davanzale interno della finestra, sul marmo scaldato dal termosifone e si stanno studiando da dietro la tendina arricciata da cui si intravvedono e si controllano. Il tempo uggioso, trascinato da Burian, rende più lunghe le giornate ed invita a starsene dentro al caldo, nessuno sembra aver voglia di prendersi un raffreddore osando mettere le galosce e tentando una passeggiata esterna. Perfino le eccitazioni dei cronisti elettorali, dopate dai risultati che "nessuno si aspettava" (chissà che risultati si sarebbero attesi...) si sono chetate e quasi del tutto sparite, ora che è arrivato il nuovo fine settimana e si riprende con la solita settimana farcita di partite e cronache di calcio. Allora...è cambiato o no qualcosa? é troppo presto? ma allora cambierà qualcosa più avanti? Voi credete? Voi pensate davvero che una elezione possa far mutare la politica di un Paese che inciderebbe addirittura su tutta la politica del vecchio continente e che farebbe avere dei riverberi addirittura su quella mondiale? Davvero voi ci credete? Ma Va!....Allora, secondo voi, i poteri forti, le case farmaceutiche, le scie chimiche...tutto....tutto scompare con una elezione in un piccolo ed insignificante Paese come il nostro? Beh....siete davvero degli ingenui...ci rivediamo lunedì và....buon pranzo.
(oggi 7 Maggio 2018) ED eccoci al lunedì della resa: i residuati bellici non hanno vinto, ma sono riusciti ad impedire che il Movimento 5 stelle fosse investito del ruolo di governo di questo Paese. Segnano un punto a favore di forze occulte che avevano e davano il loro appoggio a Renzi e al Pd, che alle prossime elezioni sparirà sotto il 7% e di questa battaglia che sembra infinita ma non lo è, e che non lo sia lo dimostrerà prorio il prossimo turno elettorale, avremo a breve il verdetto finale. Sono alcuni anni che ci siamo ripromessi di mandare tutti a casa e i corrotti in galera e fuori dal Parlamento. Questo ci siamo ripromessi perchè questa è l'unica via che resta a questo Paese per non essere eletto per sempre a covo della Mafia nostrana e mondiale. A questo compito siamo stati chiamati dai Di Maio, dai Di Battista da Fico e gli altri, votandoli in tal numero così come abbiamo fatto il 4 marzo, noi elettori ci siamo auto invitati alla festa e non ce ne andremo e non ci faremo cacciare via come fossimo degli imbucati. Questa nuova pagina storica per l'Italia ha visto gli italiani tornare in massa al voto, nei resti dei partiti e degli astenuti ci sono i numeri per risolvere la situazione. Mentre sarà chiaro che la destra non ha nessuna altra possibilità che travasare voti da FI alla Lega o viceversa. Il bacino di elettori della coalizione di destra era tutto li e tutto li rimane; non si sposterà di una virgola. Anzi, io credo che la battaglia intestina tra Berlusconi e Salvini non sia affatto chiusa; allo psiconano non sta affatto bene essere il valletto del leghista, gli costa troppo e non solo in denaro...secondo le mie previsioni, il berlusca cercherà di riprendersi quello che era suo (a suo parere)e far tornare il leghista a contare quello che è il suo taglio. sparirà Grasso & co. mentre nel Movimento si dovrà far passare lo slogan "un conta uno" a quello che lo porterà alla vittoria "uno porta uno"! Facendo una campagna dove ogni elettore del M5S capisce che se non vuole rendere inutile il suo voto, ogni elettore deve conquistarne un altro. Facendosi una campagna elettorale diffusa su tutto il territorio senza buchi di intervento. Ognuno deve tenere ben presente che il bulletto di Firenze che ha messo il Paese in questa trappola, non deve neppure essere più eletto, così al suo progetto di dedicarsi allo sport e alla famiglia, non mancherà il tempo....ricordiamocelo: UN PORTA UNO!