giovedì 25 gennaio 2018

Un Calendario laico per RICORDARE

Quando non vogliamo dimenticare qualcosa ci diciamo" devo ricordarmi di fare..." non "non devo dimenticare... eppoi mi chiedo un'altra cosa: i giorni da ricordare sono tanti:i massacri perpretati al sud con la scusa dell'unità nazionale; la Liberazione, le foibe, le stragi di Stato, quelle di Falcone, di Borsellino, del giudice Livatino, e di mille altri poliziotti uccisi dalle mafie, la diga del Vaiont, i terremotati di tutta Italia, i femminicidi,..Insomma un calendario pieno di giorni da ricordare. Allora perchè non esiste in Italia ( Paese laico) un calendario, almeno per le scuole, per le caserme, per i pubblici uffici...ma anche per le chiese e altro, un calendario che RICORD, giorno per giorno cose che sono storia nostra che a parole NON DOBBIAMO DIMENTICARE? non sarebbe DOVEROSO nelle scuole? In PARLAMENTO? perchè in uno Stato Laico come il NOSTRO Paese, dove vivo anch'io che non sono un credente( sarò unico?) mi devo tenere per forza in casa, per 365 giorni, un calendario zeppo solo di santi di altri e di UN'ALTRO STATO? Il fatto è che, io temo, facciamo di tutto per scordare e drogare quel poco di cervello che sembri funzionare (dicono il 5%) senza spiegare se quella percentuale riguarda il cervello di tutti o solo di quel piccolo spicchio dell'umanita!