domenica 15 febbraio 2015

maledetto il giorno che ti ho incontrato



 La programmazione di un corso, da me proposto alla Università della terza età di Giaveno, sullo studio dell'evoluzione dell'istituzione della famiglia in Italia, dalla famiglia patriarcale e dalla legge sul delitto d'onore alla famiglia mononucleare di oggi, ha trovato il consenso del signor Ermanno Plano, presidente della nostra Unitre. Dopo averne approntate le linee guida del progetto, ho contattato personalmente una serie di personalità della cultura italiana, con alle spalle un patrimonio incredibile di conoscenza personale, frutto di anni di studi ed insegnamento in diverse università italiane, di una produzione di libri su tutto ciò che compete l'ambito delle modifiche della famiglia, tanto da poter affermare con sicurezza che in Italia, un corso simile mai ha trovato pari qualità di partecipazione. I docenti del nostro corso, che hanno accettato con entusiasmo di regalarci il loro sapere, con la loro partecipazione gratuita sono: l'avvocato Cinzia Palmieri del foro di Torino, legale della Associazione Culturale Emigranti SanPaolesi nel mondo, abilitata alla difesa delle donne che subiscono violenza; Fredo Olivero, presidente della consulta emigranti della curia di Torino, Leopoldo Grosso, psicologo vicepresidente del gruppo Abele; don Ermis Segatti, Anna Oliverio Ferraris, Psicologa docente universitaria e scrittrice; Chiara Saraceno, sociologa, docente universitaria e scrittrice; e altre personalità minori solo per fama, ma che saranno in grado di dare un contributo assolutamente importante per la riuscita del progetto. A seguirlo sono state scelte personalmente dal sottoscritto, un gruppo di persone che garantiscono un interesse reale e costruttivo che consenta di trarre da questo corso, il risultato maggiore: ci proponiamo di costruire conferenze pubbliche ed iniziative collaterali per coinvolgere il numero maggiore possibile di persone del nostro Comune e dai Comuni vicini. Il progetto prevede una cerchia di persone che diventino tutori e coautori del corso, che vigilino e correggano la rotta prima e durante le lezioni. Questo ci garantirà una condivisione diffusa degli oneri e degli onori, ma garantirà proprio al corso, che in qualsiasi caso, il numero di persone attente al suo percorso, siano tante e diverse, da garantirne un percorso sempre invitante per tutti i frequentatori. Questo l'intento, vedremo durante il percorso quanto saremo in grado di mantenere, di ciò che ci ripromettiamo. Di certo c'è che lo sforzo  finora investito e l'interesse che ha suscitato, seppur nato da poche ore, sono una ottima premessa alla sua buona partenza e, se é vero, che chi ben comincia é a metà dell'opera...noi siamo soddisfatti di tutto quello finora costruito. La possibilità di raccogliere buoni frutti sta, anche e sopratutto, nella capacità della risposta che la nostra bella cittadina e i nostrei/e concittadini/e sapranno dare. Contiamo su tante iscrizioni al corso. Saremo pronti a riceverli.