mercoledì 31 dicembre 2014

buon Anno?

Sappiate che quest'anno ricorre il centenario della Prima Guerra Mondiale: durò 3 anni e poi, con la ricostruzione, decollò l'economia del Paese ( del Paese...del Nord del Paese...) con l'industrializzazione bellica, che ci consentì di perdere anche la Seconda, dopo la quale diventammo completamente proprietà di inglesi e americani. Ci illusero con il miracolo economico, miracolo del quale oggi paghiamo il salato conto. Dunque se tanto mi dà tanto, dopo aver tolto agli italiani il diritto di voto ed essere ridiventati una monarchia senza referendum, fatti tre governi che dall'austerità ci hanno portati in una guerra economica che stiamo bellamente perdendo, ci vorranno ancora tre anni per ricominciare la nuova colonizzazione del capitale mondiale che verrà poi ad investire di nuovo in un paese col popolo alla fame e disposto a lavorare il doppio per la metà e senza diritti. Quindi mi sembra d'uopo augurarci di aver imparato a resistere, perchè fino al 2018 non si vedrà nessun orizzonte. Sono certo che nel 2018 invece i salari aumenteranno, i debiti saranno appianati e il sole sorgerà ancora. Scadono i miei mutui....detto questo, a voi arrivi il mio augurio che se non avete mutui, se avete un lavoro, se la vostra macchina tiene...almeno fino al 2018, Buon 2015!