martedì 19 agosto 2014

http://fernandomartella.blogspot.it/2012/12/indietro-non-si-torna-ovverodalla-crisi.html?view=flipcard

Man mano che i giorni passano, ci rendiamo conto che da questa crisi non si esce. Coloro che credono di risolvere i problemi creati da un modello di sviluppo(?) che avrebbe portato inevitabilmente all'implosione su se stessi, non fanno altro che denunciare le nuove falle che si aprono e che gridano di chiudere. La risoluzione di tutti i problemi che affliggono il mondo é sempre stata, da sempre, la guerra. Tutti gridiamo contro di essa: distrugge, uccide, demolisce ed è dolorosissima ma risolve! Nessuno di noi la vuole concepire ed accettare, ma in realtà, gli Stati che stanno cedendo alla crisi, sanno bene che se non la vogliamo fare noi, dobbiamo farla fare ad altri: per questo motivo siamo i primi esportatori di armi. Una guerra che tolga terra e risorse a chi le ha per darle a chi non vuole accettare l'idea di vivere in maggior povertà. cose dette e ridette, ma che facciamo fatica a sublimare come inevitabili. Per questo ripropongo questo scritto del 26 dicembre del 2012. Non c'è da aggiungere molto, il sistema crolla e non ci sono Dei che lo salveranno.