mercoledì 19 febbraio 2014

la festa dei Sanpaolesi del 2010 a Giaveno

Pubblichiamo il Video della festa degli emigranti sanpaolesi, che si é svolta a Giaveno, in provincia di Torino, nell'estate del 2010. Il video mostra,quasi per intero, quanto eravamo riusciti a fare nel 2010. Siamo partiti dal poco che rimaneva del legame che i fratelli Galasso erano riusciti a tenere in piedi, grazie al grande lavoro che svolgeva Maria De Pillo, unica vera macchina organizzatrice di quelle riunioni, dalla quale abbiamo ereditato un elenco di numeri di telefoni di sanpaolesi, molti dei quali non corrispondenti più agli intestatari. L'ultima riunione dei sanpaolesi, sempre organizzata da Maria con l'avvocato Matteo Montemitro, era stata fatta a Torino, nel 2005 ormai e nulla poteva garantirci un risultato che a Giaveno, nel 2010, ci è parso ottimo. Un buon risultato grazie anche alla partecipazione della delegazione proveniente dal nostro paese, guidata dal sindaco Genny Perna e dall'assessore Mariarita Cordone, ma anche grazie a tanti emigranti che non hanno ancora dimenticata la loro appartenenza a quel nostro luogo comune. Circa un centinaio di persone ci siamo ritrovati in questo paese della provincia di Torino, che mi ospita tra i suoi abitanti da circa trenta anni, siamo stati accolti dal sindaco di Giaveno con affetto e gioia e con la sua collaborazione e presenza attiva, ha dato un grande contributo alla riuscita di questa nostra giornata.  Disperdere quello che abbiamo fatto, non continuando più ad alimentare quel filo che si era teso tra gli emigranti ed il loro paese natio, é stato, a mio parere, un errore, poiché a nessuno poteva venir danno da quell'alimentare un ricongiungimento emozionale degli emigranti alla terra di provenienza anzi, da quella attività non si poteva che trarne benefici sia chi vive lontano dall'amato San Paolo di Civitate, che lo stesso paese con un maggior ritorno dei suoi figli lontani. Per limiti personali suppongo, ma anche per un ostracismo alla mia persona mai spiegato, la collaborazione con l'ente pubblico compaesano, non ha mai goduto di grande fortuna. Alcune cose, rimaste inspiegate, non hanno mai reso possibile una collaborazione, nè tra i migranti, ne tra il sottoscritto ed i rappresentanti dell'ente pubblico sanpaolese. Devo ritenere di non essere gradito a tanti che però non hanno messo in moto alcuna iniziativa per  far si che le cose procedessero, magari anche senza il sottoscritto, o meglio, non sono a conoscenza di tentativi che magari sono stati fatti da alcuni che avrebbero voluto avere a che fare con qualcun altro, ma che non devono aver dato alcun risultato.
http://youtu.be/WJixigoA93Y
http://youtu.be/OHlxPiiDHEU
http://youtu.be/htJJgDf-cu0
 (5 foto)