martedì 31 luglio 2012

e...ditelo a me!

E' una vita che mi sento dire le stesse parole e mai, mai una volta che avessero tratto alcun effetto! testardo come un mulo, io continuo a vedere le cose dal mio angolo ottuso e non mi postro a seguire l'inclinazione comune ai grandi numeri. Ci rimetto lo so. Ci rimetto in conoscenze, condiscendenze, amicizie perfino, ma non c'è niente da fare: non sono nato nel plotone e non riesco a prenderne il passo. Colpa mia, per carità, ma proprio non riesco ad adeguarmi al coro; stono! La vita mi ha colpito a morte in tenerissima età ed io, da allora, proprio non riesco a sopportare le ingiustizie, le scorciatoie e le imboscate.  Così finisco col notare tante cose che agli altri manco passano per l'anticamera del cervello, mi annoto nella mente tutte le furberie che i vari Marcinkus che incontri nella vita mettono in atto per fregarti e, appena sento la puzza di una qualsiasi stortura, parto con l'indagine per capire se sono troppo sospettoso e tento di cogliermi in fallo. Spero sempre di aver torto, mi servirebbe per rilassarmi e riprendere un poco di quella fiducia persa con l'allungarsi dei numeri dei miei giorni vissuti.  . Finora non ci sono riuscito molte volte, ma non demordo: voglio perdere fiducia in me e riacquistarla negli altri.  Mica sono per forza tutti furbi, ci sono sicuramente anche i commercianti e i banchieri onesti, che diamine! Ma l'ultima che mi è capitata è proprio grossa. Mi sono arrivati in premio per la fedeltà dimostrata alle poste italiane  (ho un conto corrente cointenstato per il versamento della mia pensione) sei buoni da due euro per fare benzina ad un distributore della Shell, sei buoni da due euro sono dodici euro, e col freddo che tira in campo economico, sono sempre un pò di carburante regalato. Ma quanto mai...sui tagliandi c'é scritto piccolo e di traverso a sinistra, che puoi dare un buono (2 euro) solo ogni trenta (30) euro di rifornimento. Così dovrei mettere centottanta (180) euri di carburante per poter ottenere il premio delle poste, i miei buoni valgono solo se faccio una spesa tredici volte più grande! Ma se é tutto qui...No! Il fatto è che in questi distributori il carburante costa circa dieci centesimi in più degli altri distributori quindi...180 euro sono all'incirca 110 litri di gasolio, che pagato a 10 centesimi in più per litro sono un ritorno per il distributore di 11 euri, se calcoli che per arrivare nel distributore più vicino che ho di quella compagnia dovrei fare dieci chilometri, insomma...alle poste deve avergliela suggerita proprio il banchiere papale questo premio ai propri clienti. Io intanto, nel terrore di ritrovarmi ancora a fare la coda alle poste, chiudo il conto. Che cavolo! essere preso in giro così...mi sposto in banca, dove ha il conto mia moglie... ma mentre sto guidando una notizia ci arriva dalla radio di bordo: Alla Barclays sono nei guai perchè avrebbero falsato i dati relativi allo spred e truffato  i correntisti che hanno un mutuo presso di loro...azz!!! ed ora che faccio? chiudo anche quello? e dove vado ad aprire un conto alle Mauritius?