sabato 5 maggio 2012

Il caso Martinelli

Il Gip di Bergamo ha convalidato l'arresto e Luigi Martinelli resta in carcere.
E' terminato da pochi minuti l'interrogatorio dell'uomo che giovedi' pomeriggio ha assaltato la sede dell'Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia. Il pubblico ministero Franco Bettini ha lasciato la casa circondariale di via Gleno un paio di minuti dopo mezzogiorno senza rilasciare dichiarazioni.


"Luigi Martinelli non e' una persona cattiva, ma esasperata" ha detto l'avvocato Stefano Paganelli all'uscita del carcere di via Gleno. L'uomo ha risposto alle domande del giudice che gli ha chiesto quali erano le ragioni del suo gesto.
"Martinelli ha confermato che le sue pendenze nei confronti del fisco erano di 44.000 euro" ha aggiunto l'avvocato. In merito alle condizioni psicofisiche dell'uomo, il suo legale ha detto che oggi "sta meglio" nonostante sia ancora
provato.


e va bene: Martinelli é un fuori di testa che per 2000 euro fa un casino della Madonna: compra due pistole e un fucile (costo superiore al dovuto) e fa di tutto per finire in galera per 18 anni ( il massimo della pena, ma neppure il minimo è da prendere sottogamba....

Conosco decine di persone che hanno cartelle simili e maggiori con equitalia, ma che non riescono ad ottenere un appuntamento per dilazionare i tempi.
Ratei che soffocano pretendendo 1500,00 euri al mese da chi ha uno stipendio di 1200,00. devono pagare facendo fronte in qualsiasi modo, non gliene frega niente!
Ho una amica alla quale l?italia dovrebbe pagare unio stipendio per il sol fatto che esiste. La sua vita è fatta di impegni culturali, di manifestazioni pubbliche gratuite, organizzate da Comuni di grandi Città, di piccoli paesi. la poveretta per vivere, aveva aperta una attività, dopo alcuni anni ha dovuto chiudere. Deve allo Stato circa di centomila euro! manco l'avesse mai pagata la Fiat una simile gabella!! a 1500, 00 euro al mese, ne avrà per i prossimi 15 anni ( se sopravvive). Non riesce ad ottenere un appuntamento ( nè io ci sono riuscito per lei) non già per discutere la somma, ma il rateo. Che Stato...non eravamo noi quelli che ragionavano col cuore e non col portafoglio? e pensare che in questa situazione ci siamo per coloro che hanno ragionato col portafoglio...e debbono pagare quelli col cuore.
Martinelli ha 2000 euri di debito? ha fatto tutta quella sceneggiata per esibizionismo? ma allora è fuori di testa! Ma se è fuori di testa, perchè non viene affidato agli assistenti sociali e non al carcere?
Inconcepile!!
La Margherita morta ruba i soldi del finanziamento allo Stato (a noi) il suo cassiere Lusi ne ruba 23 milioni, ruba alla Margherita dice quella faccia di tola di Rutelli, si dichiara danneggiato ( lui, non noi!) e la magistratura chiede il permesso se può arrestarlo allo stesso Senato che ha generato un simile delinquente!? Uno che è fuori di duemila euri, ne spende almeno 5000 in armi e fa un casino per un giorno intero con la vita di altri, viene dichiarato fuori di testa e viene messo in galera? ma qui siamo noi i fuori di testa! facciamo finta di credere alla storiella dei duemila euro e ad un pover'uomo che la fa troppo grossa e non vogliamo guardare in faccia la realtà: mister Monti è un pinocchio pericoloso, controlla l'informazione meglio di berlusca.
Accusavamo Fede di essere un cane fedele di Berlusconi, di manipolare l'informazione, ma il massone non ha neppure l'opposizione di quella camomilla di Bersani. Ma da chi l'abbiamo ereditato questo Paese? non vi ricordate di Ali Babà e i quaranta ladroni? Ah, gente di corta memoria...Craxi è morto invano ad Hammamet allora...

Purtroppo non ho fatto in tempo a pubblicare il pezzo che le nuove notizie sono queste:

Si spara in testa dopo aver ricevuto
cartella esattoriale da 15 mila euro

Un 72enne di Pozzuoli ha motivato l'estremo gesto con un biglietto: «La dignità vale più della vita»

TRAGEDIA NEL NAPOLETANO
Si spara in testa dopo aver ricevuto
cartella esattoriale da 15 mila euro
Un 72enne di Pozzuoli ha motivato l'estremo gesto con un biglietto: «La dignità vale più della vita»
MILANO- Si è sparato in testa con la sua pistola e ora versa in condizioni gravissime lottando contro la morte nell'ospedale Loreto Mare di Napoli. Un uomo di 72 anni di Pozzuoli aveva ricevuto qualche settimana fa una cartella esattoriale di 15 mila euro e tutto porta a fare pensare che il gesto estremo sia stato dettato dalle difficoltà economiche dell'uomo. Compreso il messaggio lasciato ai suoi cari in un biglietto: «La dignità vale più della vita». L'ennesima tragedia che si consuma, all'indomani del sequestro- concluso in modo non violento- di Luigi Martinelli, l'ex imprenditore del bergamasco che armi in pugno per 6 ore ha tenuto in ostaggio un impiegato dell'Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia.
IL SUICIDIO TENTATO IN OFFICINA-Il tentato suicidio è avvenuto all'interno dell'officina dove l'uomo riparava le barche, in via Fedro a Napoli. A trovarlo è stato il figlio preoccupato dall'assenza del padre in casa e dal cellulare che squillava a vuoto. Di solito l'anziano si concedeva il sabato mattina una gita in barca nelle acque del Golfo di Napoli, ma le chiave dell'imbarcazione erano state lasciate in casa. A quel punto i familiari hanno chiamato i carabinieri.