mercoledì 12 gennaio 2011

Lettera ai Sindaci dei due Comuni della mia vita

Egregio Signor
 Sindaco Perna, Signor Sindaco Ruffino,
in qualità dei rappresentanti dei Comuni in cui io sono nato e di quello in cui vivo, 
vi pregio di portare alla Vs. conoscenza, l'iniziativa che come Presidente dell'Associazione Emigranti SanPaolesi nel Mondo prenderò nel mese di febbraio. 
Questa prima riunione ci dovrà dare la traccia da seguire per il 2011. Tutte le nostre iniziative saranno inscritte all'interno dei festeggiamenti per il 150° dell'Unità d'Italia.
La nostra Associazione si renderà disponibile all'incontro con tutti i cittadini, privilegiando gli incontri con le scuole ed i giovani, sui temi propri dell'emigrazione italiana nel mondo.
Questo nostro lavoro, iniziato da tempo (come voi ben sapete) con l'incontro con le scuole medie a San Paolo insieme al Sindaco Perna e al Liceo Pascal di Giaveno con il Sindaco Ruffino,
é stata una esperienza positiva che la nostra Associazione vuole portare avanti, ed é proprio la nostra condizione di cittadini di due Comuni, legati dall'esperienza ambivalente della propria vita, che ci mette in condizione di poter affermare che gli emigranti sono sicuramente il cittadino "più italiano" che la nostra Nazione ha costruito in questi 150 anni di unità. 
Questa condizione ci rende responsabili e consapevoli attori del nostro bisogno di rilanciare la nostra unità in un momento in cui sia a nord, sia a sud del Paese, nascono ed allignano sentimenti egoistici di individualità scissionistiche irragionevoli, completamente fuori da ogni ragione realmente praticabile. Gli emigranti: cittadini divisi tra affetti e radici nel luogo natìo e vita familiare presente e futura nel Comune di residenza, devono assumere un ruolo primario di unità tra i due punti geograficamente distanti  e saperli unire in un "gemellaggio culturale" che produca un intervento nel tempo, partendo dall'occasione della data storica del 2011 che deve essere un nuovo punto di è partenza, per la costruzione consapevole di una nuova cittadinanza, con pari dignità nazionale. Lo chiede in nostro Presidente della Repubblica, ne ha bisogno il Paese, ne hanno l'assoluta necessità gli emigranti.
Chiedo a Voi,  Sindaci dei Comuni nei quali la nostra organizzazione ha sede, di poter produrre, col Vostro Patrocinio, questo documento al fine di renderlo pubblico ai miei associati e alla cittadinanza attraverso media e stampa.
Nel caso positivo, come speriamo e crediamo, di una Vostra adesione a questa nostra iniziativa, ci pregeremo di produrlo con gli stemmi dei due Comuni ai lati del logo della nostra Associazione, nella lettera che invieremo ai nostri associati per tutte le iniziative che prenderemo e delle quali, il nostro impegno, sarete messi a conoscenza in largo anticipo. in questo caso Vi chiediamo di farci pervenire attraverso mail, un file con lo stemma del Comune.

Grati per l'attenzione Vi ringrazio a nome di tutti gli emigranti SanPaolesi.


La Riunione del Direttivo e dei Soci Fondatori
si terrà a Giaveno, domenica 27 febbraio dalle ore 16,00 alle 17,30 nel salone della Villa "Favorita" sede della Comunità Montana della Valsangone, la prima riunione dei soci fondatori dell'Associazione Culturale Emigranti SanPaolesi nel Mondo.
Programma:ore 15,30 saluti del Presidente e apertura dei lavori.
Ordine del giorno:
1) Consuntivo anno 2010- situazione organizzativa e tesseramento-
2) Proposte ed iniziative da inscrivere nei festaggiamenti dei 150 anni dell'Unità d'Italia
3) la  Festa di Sant'Antonio da Padova a Giaveno. 
4) Adesione dell'Associazione a Casa Puglia
5)Organizzazione della Festa del Ponte al Parco Lambro di Milano
6) Eventuali
chiusura dei lavori del Direttivo alle 17,00
---------------------------------------------------------------------------------------
dalle 17,30 alle 18,00 accoglimento pubblico con stuzzichini e aperitivi.
proiezione del documentario " Quando gli emigranti eravamo noi". (1 ora) discussione
chiusura della giornata prevista per le 19,30. 
Ai partecipanti al Direttivo sarà donata la Pergamena dell'Atto Cositutivo dell'Associazione firmata dai Soci Fondatori e dal Presidente, dal Sindaco Genny Perna e l'assessore alla Cultura Mariarita Cordone. Il calendario 2011 di San Paolo e quello di Giaveno
Al termine della giornata seguirà una cena societaria presso un ristorante alla quale potranno unirsi gli iscritti in compagnia delle famiglie ed amici.
Come sempre é IMPORTANTE PRENOTARE con una e-mail a fernandomartella@gmail.com o con un sms al 3333169237, indicando il numero di persone che parteciperanno.
alla manifestazione parteciperà il Presidente di Casa Puglia e i presidenti di altre associazioni di emigranti pugliesi presenti in Piemonte.
Il Sindaco di Giaveno  Daniela Ruffino porterà  ai partecipanti il saluto del Comune di Giaveno.

 La manifestazione avviene all'interno delle iniziative dei festeggiamenti per il 150° dell'Unità d'Italia con il Patrocinio del Comune di Giaveno e di San Paolo di Civitate.

il Presidente
Fernando A. Martella